CORSO DI ALTA FORMAZIONE | Edizione 2019

Architettura di Rigenerazione

DIALOGARE COL PASSATO PER PROGETTARE IL CONTEMPORANEO

Le iscrizioni al corso sono terminate

Introduzione

Da sempre i progettisti sono chiamati a dare nuovo significato ad architetture ereditate da epoche passate, a manufatti storici – spesso monumentali - non più rispondenti ad usi ed esigenze allineati alle necessità della società contemporanea. Eppure le architetture antiche raccontano la nostra storia, pertanto meritano di essere rigenerate attraverso interventi che non rinuncino ad una cifra contemporanea e riconoscibile dell’azione progettuale.

Per simili ragioni nasce il corso in “Architettura di Rigenerazione”, con l’obiettivo di formare progettisti che siano in grado di comprendere e valorizzare la memoria delle architetture storiche, recuperandola quale elemento di ispirazione per l’accostamento di interventi contemporanei, che rispondano a nuove esigenze ma che traggano preziosità dal rapporto con l’antico. Apprendendo le più avanzate strategie di rilievo e riprogettazione dei manufatti storici, i progettisti saranno in grado di tutelare le meraviglie del passato senza tuttavia rinunciare ad un approccio contemporaneo al progetto, acquisendo competenze e dimestichezza in un segmento di progettazione sempre attuale e caratterizzato da costanti e preziose opportunità di impiego.

Spaziando dall’intervento su siti archeologici ed industriali, con particolare riferimento all’utilizzo culturale e ricettivo delle architetture storiche, i corsisti approfondiranno le tematiche tecniche e compositive da adottarsi in contesti caratterizzati da un’importante preesistenza, secondo un percorso composto da 106 ore di didattica frontale, 32 ore di laboratorio e numerosi interventi di professionisti di chiara fama.

Programma

Didattica 

106 ore di Lezioni Frontali + Visite in Impresa

LEGGERE LA STORIA (12 ore)
ANALISI E CONTESTUALIZZAZIONE STORICA DEI BENI ARCHITETTONICI
Pierluigi Cervellati, Cervellati Associati

 

NUOVE FRONTIERE DEL RILIEVO (8 ore)
TECNICHE ED AVANGUARDIE DEL RILIEVO ARCHITETTONICO
Giuseppe Boselli, Geogrà srl
PATRIMONIO INDUSTRIALE  (9 ore)
DALL'OGGETTO AL PROGETTO: STRATEGIE PER IL RECUPERO
Edoardo Currà, Università Sapienza di Roma
 
TECNOLOGIE E MATERIALI PER IL RECUPERO (12 ore)
La modernità come chiave di valorizzazione dell’antico
Paolo Iotti, Iotti + Pavarani Architetti
ARTE E ROVINE (6 ore)
I LINGUAGGI DELL'ARTE COME  STRUMENTO DI VALORIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE STORICHE 
Gianandrea Gazzola, artista
 
L'ANTICO È SOSTENIBILE (9 ore)
PRINCIPI DI SOSTENIBILITÀ ENERGETICA ED AMBIENTALE PER LE ARCHITETTURE STORICHE
Edoardo Milesi, Edoardo Milesi & Archos
CASE HISTORY (18 ore)
CASI DI SUCCESSO NELL'INTERVENTO SULLE ARCHITETTURE STORICHE
Andrea Zamboni, Zamboni Associati Architettura
MEMORIA E TERREMOTI  (8 ore)
PRINCIPI DI  ADEGUAMENTO SISMICO DELLE ARCHITETTURE STORICHE 
Francesca Bond, Viviana Cannas, Lisa Galeotti, Open Project
INTERIOR DESIGN  (12 ore)
IL PROGETTO D'INTERNI
Sonia Galafassi, Interior designer
Livia Tani, Atelier Jean Nouvel

Special Lectures

FONDACO DEI TEDESCHI, PRADA E MANIFESTA: OMA ed il patrimonio storico / Ippolito Pestellini Laparelli, OMA
NUOVI USI DELLO SPAZIO SACRO / Valerie Mulvin, MCCOLLOUGH MULVIN ARCHITECTS
PRESENZE E ASSENZE / Manuel Aires Mateus, AIRES MATEUS E ASSOCIADOS
RI-ARCHITETTURA: le fabbriche Schindler di Cracovia / Claudio Nardi, CLAUDIO NARDI ARCHITECTS
ARCHITETTURA DI RIGENERAZIONE / Giuseppe Zampieri, DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS MILANO
CONTEMPORANEITÀ E ARCHEOLOGIA / João Luís Carrilho da Graça, CARRILHO DA GRAÇA ARQUITECTOS
TRADIRE LA STORIA: interpretazioni dell'antico / Vincenzo Latina, VINCENZO LATINA ARCHITETTI
INNESTI CONTEMPORANEI: KALO SLOT RUINS / David A. Garcia, MAP ARCHITECTS
PELLI E MEMORIA: San Michele in Borgo / Massimo Carmassi, CARMASSI STUDIO DI ARCHITETTURA
ARCHITETTURE ETEREE: fra immaginario e memoria / Edoardo Tresoldi
L'ITALIA E LA RICETTIVITA' / Giorgio Palmucci, ASSOCIAZIONE ITALIANA CONFINDUSTRIA ALBERGHI
-

Docenti

Manuel Aires Mateus
Aires Mateus
Edoardo Tresoldi
Edoardo Tresoldi
Valerie Mulvin
McCullough Mulvin Architects
Giuseppe Zampieri
David Chipperfield Architects Milano
Livia Tani
Ateliers Jean Nouvel
Massimo Carmassi
Carmassi Studio di Architettura
David A. Garcia
MAP Architects
Ippolito Pestellini Laparelli
OMA
Vincenzo Latina
Vincenzo Latina Architetti
Giorgio Palmucci
Associazione Italiana Confindustria Alberghi
Massimo Alvisi
Alvisi Kirimoto
Andrea Zamboni
ZAA Zamboni Associati Architettura
Edoardo Milesi
edoardo milesi & archos
Pierluigi Cervellati
Studio Cervellati
Paolo Iotti
Iotti + Pavarani Architetti
Claudio Nardi
Claudio Nardi Architects
Edoardo Currà
Università di Roma "Sapienza"
Gianandrea Gazzola
Artista
Giuseppe Boselli
Geogrà

Tirocini

Al termine delle lezioni, ai partecipanti sarà garantito un periodo formativo fuori aula all’interno di una delle realtà professionali di maggiore attinenza rispetto all’oggetto del corso

Video interviste

Alcune delle testimonianze degli ospiti di Architecture for Heritage

EDOARDO TRESOLDI: UN CONSIGLIO AI GIOVANI DESIGNER

Edoardo Tresoldi gioca con la trasparenza della rete metallica e con i materiali industriali per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici. Nel 2016 realizza, in collaborazione con il MIBACT, il restauro della Basilica paleocristiana Santa Maria di Siponto (FG), una convergenza unica tra arte contemporanea e archeologia che la Triennale di Milano premia con la prestigiosa Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. 

L'ARCHITETTURA DI RIGENERAZIONE SECONDO FUENSANTA NIETO

Fuensanta Nieto insegna progettazione presso la facoltà di Architettura dell’Università Europea di Madrid. Nel 1985, insieme al socio Enrique Sobejano, fonda lo studio di architettura Nieto Sobejano che oggi ha sede a Madrid e a Berlino: le loro opere, premiate, esposte e celebrate in tutto il mondo, comprendono il Museo Madinat Al-Zahra e il Museo di Moritzburg. Dal 1986 al 1991, insieme a Sobejano, ha diretto la rivista ARQUITECTURA, pubblicata dall’Ordine degli Architetti di Madrid.

YACADEMY SECONDO VINCENZO LATINA

Vincenzo Latina, è professore presso l'Università degli Studi di Catania; docente presso la Scuola di Architettura di Mendrisio. Università della Svizzera italiana.  Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra questi: nel 2015, il Premio “Architetto Italiano 2015” promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti; la “Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2012” della Triennale di Milano; nel 2008, i premi: “Premio Innovazione e Qualità Urbana” ed. 2008, Rimini Fiere EuroP.A.; il Premio G.B. Vaccarini; nel 2006 ex-aequo il Premio Gubbio 2006; nel 2004 il Premio Internazionale Dedalo Minosse, under 40; nel 2003 i premi: “Il Principe e l’Architetto” e il “Premio Internazionale Architetture di Pietra 2003”.

AIRES MATEUS: UN CONSIGLIO AI GIOVANI ARCHITETTI

I fratelli Mateus affrontano principalmente il tema delle case unifamiliari, con raffinatezza e maestria, perseguendo leggerezza e disintegrazione del peso delle masse, attraverso lo scavo della materia. Della loro intensa e pluripremiata attività lavorativa, sono da menzionare in particolare il Museo del Faro di Santa Marta a Cascais (progetto finalista per il Premio Mies van der Rohe 2009 e insignito della Menzione speciale del Premio Fad 2008), il Centro culturale a Sines (vincitore del Premio Enor 2006 e del Premio Contract World 2007), la Casa di Azeitão (vincitrice del primo premio Residencia Singular 2004), la Casa di Alenquer, la sede del Rettorato dell’Universidade Nova di Lisbona (vincitore del Premio Valmor 2002).

Past editions gallery