Dicono di Noi

YAC vanta un network di collaborazioni con le più prestigiose firme dell'architettura internazionale, che ne supportano l'impegno formativo e la preziosa opera di sostegno ai giovani progettisti. Scopri perchè continuare a formarsi, e perchè scegliere YACademy, attraverso le testimonianze di alcuni architetti appartenenti alle più prestigiose realtà dello scenario contemporaneo.

YAC SECONDO OMA: UNA REALTÀ A SUPPORTO DEI GIOVANI

Classe 1980, entra a far parte dell’Office for Metropolitan Architecture (OMA) e del gruppo di esperti AMO nel 2007. Associato nel 2010, Ippolito è il responsabile delle iniziative e della cura del brand Prada, dallo stage design delle sfilate allo sviluppo strategico dell’identità web del brand, dalle mostre agli eventi. Pestellini pratica ricerca e architettura focalizzandosi sull’Italia e la conservazione. Dal novembre 2009 Ippolito dirige la programmazione e gestione della Fondaco dei Tedeschi di Venezia; nel 2010 ha co-curato “Cronocaos”, esposizione di OMA alla XII Biennale di Architettura a Venezia. Ippolito è docente di YACademy. 

YAC SECONDO FOSTER + PARTNERS: NICOLA SCARANARO

Nicola Scaranaro ha studiato architettura allo IUAV di Venezia laureandosi nel 2005. Capo progetto per edifici super high-rise, edifici governativi, stadi, centri di ricerca e sviluppo e progettazione urbana, è architetto registrato in Italia e nel Regno Unito oltre che membro eletto dell’Istituto Reale degli Architetti Britannici. Collaboratore di Foster + Partners dal 2005, ha lavorato a numerosi progetti di grande fama e rilievo internazionali. Nicola e’ stato promosso al livello di associato per lo Studio Foster nel 2008. Nicola è docente di YACademy dal 2017.

YAC SECONDO ALFONSO FEMIA

Nato a Taurianova, Reggio Calabria nel 1966. Laureato presso l’Università di Genova - facoltà di Architettura nel 1992. Iscritto all’Ordine degli architetti di Genova dal 1994 e al Conseil Régional Ile-de-France dal 1995.Fondatore del celebre studio 5+1AA, oggi trasformato in Atelier Femia, Alfonso Femia è stato Visiting Professor in diverse università italiane e straniere e ha insegnato Progettazione Architettonica alla Kent State University di Firenze e alle Facoltà di Architettura di Ferrara e di Genova. Alfonso è stato docente di YACademy nel 2017.

PERCHÉ CONTINUARE A STUDIARE: ZAHA HADID ARCHITECTS

Melodie lavora presso Zaha Hadid Architects dal 2005. Da allora è stata coinvolta in numerosi e complessi progetti dello studio nell'ambito del product design, sia come progettista che come coordinatore. Ha contribuito ad un importante numero di progetti architettonici. Melodie è laureata in architettura presso l'Università dell'Illinois, ed ha ottenuto la laurea magistrale in architettura presso la CSAPP della Columbia University. Lo studio Zaha Hadid collabora con YAC dal 2016.

PERCHÉ CONTINUARE A STUDIARE: MVRDV

Aser Giménez-Ortega (1979, Murcia, Spagna) è architetto e senior project leader presso MVRDV dal 2007. La sua esperienza varia su diversi progetti a varie scale di intervento, dal masterplan al dettaglio, passando per il concept design fino alla costruzione. Aser ha supervisionato la fase di concept e costruazione del quartier generale della Oslo’s DNB bank e della Shanghai’s Hongqiao CBD, entrambi esempi di costruzioni ad alto tasso si dostenibilità. Altri lavori sono il Wonders Headquarter, a Shanghai, la Roskilde Festival High School, in Denmark, e la proposta vincitrice per il Logroño Ecocity. Aser è responsabile anche di diversi progetti retail in Europa e Asia.

PERCHÉ CONTINUARE A STUDIARE: CLAUDIO SILVESTRIN

Claudio Silvestrin Architects è stato costituito a Londra nel 1989, e dal 2006 ha sede anche a Milano. Il lavoro dello studio si è concentrato sullo sviluppo del patrimonio immobiliare esistente, sulla costruzione di nuove case, resort e residenze private, gallerie d'arte, musei, ristoranti, negozi di lusso o di design. Clienti dello studio sono stati Giorgio Armani, illycaffé, Anish Kapoor, Calvin Klein, Victoria Miro, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo della quale ha progetto il museoo a Torino. Claudio Silvestrin collabora con YAC dal 2018.

AIRES MATEUS: UN CONSIGLIO AI GIOVANI ARCHITETTI

I fratelli Mateus affrontano principalmente il tema delle case unifamiliari, con raffinatezza e maestria, perseguendo leggerezza e disintegrazione del peso delle masse, attraverso lo scavo della materia. Della loro intensa e pluripremiata attività lavorativa, sono da menzionare in particolare il Museo del Faro di Santa Marta a Cascais (progetto finalista per il Premio Mies van der Rohe 2009 e insignito della Menzione speciale del Premio Fad 2008), il Centro culturale a Sines (vincitore del Premio Enor 2006 e del Premio Contract World 2007), la Casa di Azeitão (vincitrice del primo premio Residencia Singular 2004), la Casa di Alenquer, la sede del Rettorato dell’Universidade Nova di Lisbona (vincitore del Premio Valmor 2002).

L'ARCHITETTURA DI RIGENERAZIONE SECONDO FUENSANTA NIETO

Fuensanta Nieto insegna progettazione presso la facoltà di Architettura dell’Università Europea di Madrid. Nel 1985, insieme al socio Enrique Sobejano, fonda lo studio di architettura Nieto Sobejano che oggi ha sede a Madrid e a Berlino: le loro opere, premiate, esposte e celebrate in tutto il mondo, comprendono il Museo Madinat Al-Zahra e il Museo di Moritzburg. Dal 1986 al 1991, insieme a Sobejano, ha diretto la rivista ARQUITECTURA, pubblicata dall’Ordine degli Architetti di Madrid.

EDOARDO TRESOLDI: UN CONSIGLIO AI GIOVANI DESIGNERS

Edoardo Tresoldi gioca con la trasparenza della rete metallica e con i materiali industriali per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici. Nel 2016 realizza, in collaborazione con il MIBACT, il restauro della Basilica paleocristiana Santa Maria di Siponto (FG), una convergenza unica tra arte contemporanea e archeologia che la Triennale di Milano premia con la prestigiosa Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. 

YACADEMY SECONDO VINCENZO LATINA

Vincenzo Latina, è professore presso l'Università degli Studi di Catania; docente presso la Scuola di Architettura di Mendrisio. Università della Svizzera italiana.  Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra questi: nel 2015, il Premio “Architetto Italiano 2015” promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti; la “Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2012” della Triennale di Milano; nel 2008, i premi: “Premio Innovazione e Qualità Urbana” ed. 2008, Rimini Fiere EuroP.A.; il Premio G.B. Vaccarini; nel 2006 ex-aequo il Premio Gubbio 2006; nel 2004 il Premio Internazionale Dedalo Minosse, under 40; nel 2003 i premi: “Il Principe e l’Architetto” e il “Premio Internazionale Architetture di Pietra 2003”.

L'ARCHITETTURA PER IL PAESAGGIO SECONDO EDUARDO SOUTO DE MOURA

Nato ad Oporto, Portogallo, il 25 luglio 1952, Eduardo Souto de Moura studia architettura presso l’Accademia di Belle Arti di Oporto, conseguendo la laurea nel 1980. Collabora nello studio di architettura di  Noé Dinis ed in quello di Álvaro Siza dal 1974 al 1979. Docente presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Oporto, fonda un suo studio nel 1980. Partecipa a numerosi seminari e convegni internazionali e tiene lezioni presso gli istituti di architettura di Paris-Belleville, Harvard, Dublino, ETH-Zurich, Lausanne e Mantova. Nel 2011 e nel 2013 riceve due prestigiosi premi internazionali, rispettivamente il Pritzker Prize ed il Wolf Prize.

YACADEMY SECONDO HHF ARCHITECTS: UN'OPPORTUNITA' DI CONTATTO TRA PROFESSIONISTI

Lo studio HHF Architects è stato fondato nel 2003 da Tilo Herlach, Simon Hartmann and Simon Frommenwiler. Da allora, lo studio ha realizzato numerosi progetti in Svizzera, Germania, Cina, Francia, Messico e Stati Uniti. I loro lavori spaziano tra progetti urbani, edifici su larga scala, padiglioni pubblici e interior design. Sin dalle sue origini, HHF è sempre stato alla ricerca di collaborazioni con artisti e altri architetti per poter allargare l’orizzonte dei propri progetti e migliorare la qualità di ogni specifica proposta. Su questa linea sono stati realizzati il progetto della “Ruta del Peregrino” e il risultato dell’ottima collaborazione con l’artista cinese Ai Weiwei. Oltre alla progettazione, la formazione è un caposaldo tra le attività dello studio: gli architetti di HHF hanno tenuto lezioni presso l’Università di Innsbruck, l’Istituto Tecnologico Karlsruhe, la facoltà di architettura e progettazione del MIT di Boston e insegneranno presso la facoltà di Architettura di Yale dal 2018.